L'Ecovillaggio dei Mille

Questo è un esperimento che è nato per caso da un semplice post su facebook il giorno 1 ottobre.
Facciamo così, vi copio il post :)

CERCO PERSONE INTERESSATE A CREARE UN ECOVILLAGGIO DI MILLE PERSONE
Ovviamente l'annuncio è ironico, ma dietro l'ironia si nasconde sempre una parte di verità.
Guardate che per certi aspetti è molto più logico tentare di creare un ecovillaggio di mille persone che di dieci persone, perchè mille persone sono già di suo un'economia, e poi facendola da nuovo in modo collaborativo funziona sicuramente meglio di un'economia "normale".
Quindi il problema economico è già risolto, e ti puoi concentrare sui problemi veri, e non su come ricavare la moneta da quello che fai.
Sì, ovvio, sono parole in libertà, è pura teoria, ma solo perchè nessuno ha il coraggio di fare un primo passo verso questa direzione!! Rifletteteci un po'..
Cosa ne pensate?


E copio anche qualche commento, così puoi trovare risposta a dei legittimi dubbi..

Domanda - Ok diciamo che il discorso ha una sua logica ... non voglio sembrarti polemica ma hai idea della difficoltà di trovare un posto vivibile che ospiti tante persone? Un borgo ? Non tutti sono adatti (a mio avviso).

Risposta - E invece no, ora ti spiego perchè :)
In mille persone puoi creare un ecovillaggio diffuso, installandoti in diversi borghi vicini. Puoi più facilmente costruire da nuovo case ecologiche, perchè in tanti puoi più facilmente parlare con le amministrazioni pubbliche e puoi più facilmente trovare risorse. Puoi pensare di ristrutturare alcuni borghi abbandonati e allo stesso tempo creare villaggi con case nuove ecologiche, basta che siano nella stessa zona, in modo da poter creare appunto un'economia tra di loro.

Va bene, ma ora che si fa?

Io ci sto lavorando da anni, questo progetto è un'idea del fondatore di Abitare Gea, ho esperienza e una rete di relazioni e connessioni su questi temi, in un certo senso è già tutto "pronto".
Lo so che hai avuto esperienze negative, e anch'io, lo so che ormai avevi quasi rinunciato, ma questo è un esperimento che parte come un gioco e vuole diventare serio. Quindi facciamo così, partecipa al gioco, e se diventerà una cosa seria, avremo vinto tutti :)


villaggio Irlanda

Per seguire i prossimi passi ti proponiamo questi canali:
la mailing list, il canale telegram, il gruppo facebook.

Pubblicheremo gli aggiornamenti principali anche sulla pagina facebook di Abitare Gea e su questa pagina.

Iscriviti alla mailing list dell'Ecovillaggio dei Mille

* campi richiesti
Se al momento dell'iscrizione ti segnala un errore prova a riempire i campi del modulo da tastiera e senza usare funzioni del browser per il completamento automatico, e se necessario chiudi e riapri il browser.

Perchè un ecovillaggio?

Perchè la politica da sola non basta, e nemmeno la somma delle buone azioni individuali. Servono comunità eco-sostenibili residenziali, dove realizzare dei modelli che dimostrino la fattibilità di un modo di abitare in modo collaborativo e nel rispetto dell'ambiente. E per dimostrarlo servono comunità grandi, che siano città.

Qual è la differenza rispetto a qualsiasi altra città?

L'Ecovillaggio dei Mille, come del resto ogni altro villaggio ecologico, è un progetto di una comunità umana che si pone come obiettivo primario la sostenibilità ambientale e sociale. Purtroppo le città che solitamente conosciamo, tranne qualche lodevole eccezione, lo fanno solo in misura molto limitata.

Dove, e come, sorgerà questo ecovillaggio?

Il luogo non è la prima questione da porsi. Un ecovillaggio è una comunità umana, e come tale non è fatta solo di un luogo nel quale si trova ma di una rete di relazioni e tanto tanto altro. Quindi partiremo da qui, dallo stringere questi rapporti, dal conoscerci, dall'incontrarci, dall'approfondire i temi della eco-sostenibilità, dalla capacità di immaginare un futuro condiviso.

Come si organizzerà l'ecovillaggio, e la comunità che intende crearlo?

Useremo i metodi della facilitazione che permettono di gestire un gruppo in modo collaborativo.
Per riuscire a realizzare questo ambizioso progetto occorre poi che ci sia una visione. E' responsabilità di ognuno mantenere pura e forte la visione che guida la comunità.
L'umanità riflette da sempre su questi temi, non dobbiamo inventarci nulla, ma usare i migliori strumenti che abbiamo a disposizione, come ad esempio la facilitazione. E la comunità ha i suoi talenti, l'organizzazione che ci daremo servirà a valorizzare i talenti e le conoscenze.
Con il progredire del progetto di ecovillaggio declineremo in fatti e gesti concreti questa filosofia.






Abitare Gea facilita la creazione di comunità sostenibili per cohousing, ecovillaggi, cofarming, gruppi di acquisto solidale