Progettare comunità sostenibili

Abitare Gea avvia un esperimento di progettazione di una comunità sostenibile e di una rete di comunità sostenibili.
Come è possibile progettare la sostenibilità? E come è possibile progettare comunità?
E' possibile costruire comunità mischiando alto e basso, spontaneismo e pianificazione?
E' davvero necessario progettare comunità, o il loro impatto è irrilevante?
Meglio lasciare che ad occuparsi di queste cose sia la politica, e che l'unico strumento sia la produzione di leggi?

La risposta a queste domande di Abitare Gea è che progettare comunità è non solo possibile, ma anche necessario.
La (buona) politica non può fare da sola tutto, ed è necessario mischiare alto e basso.

Come avverrà questo percorso di progettazione?

Trattandosi di un esperimento procederemo per gradi.
Il primo passo sarà contattare le persone che si sono iscritte ad Abitare Gea segnalando tra i propri talenti le proprie competenze in tema, in particolare conoscenze sulla progettazione per il no-profit, per nuove attività economiche, per il web, manager di progetto. Quindi, se non l'hai ancora fatto, registrati.

Nel frattempo ti consigliamo la lettura di questo documento, che analizza in modo approfondito casi di rigenerazione urbana, questione che si interseca con quella di progettare comunità sostenibili.

Per comprendere meglio cosa intendiamo per progettazione di comunità sostenibili, ti invitiamo a leggere come funziona Abitare Gea, i progetti di comunità in costruzione, il circuito economico solidale, con la sua declinazione locale, la guida delle pratiche sostenibili, la guida alla comunicazione sociale.

Quello che serve è..

Una rete di comunità sostenbili. Ne esistono tante, sia di comunità che di reti, ma non sono davvero connesse.

Un circuito economico che sostenga le comunità, connettendole tra di loro e con i territori di riferimento.

Una guida per implementare le pratiche sostenibili.

Se vuoi parlarne fin da subito, scrivici.